L’Associazione è stata fondata nel 1617 in Francia da San Vincenzo de’ Paoli, che intuisce l’importanza dell’organizzazione per aiutare i poveri in modo efficace. Riunisce i primi volontari, in prevalenza donne, in gruppi detti “Charités” (Carità).
Vincenzo fonda poi la “Congregazione della Missione” formata da preti, e con Luisa de Marillac la Compagnia delle suore “Figlie della Carità” (FdC), per servire i poveri, e sostenere e aiutare le volontarie, garantendo così la continuità dell’assistenza.

Nel XX secolo le nuove problematiche sociali, il rinnovamento post-conciliare e la diffusione dell’Associazione nel mondo ne rendono necessari una riorganizzazione e un aggiornamento. Nel 1971 nasce così l’AIC (Associazione Internazionale delle Carità), che in Italia prende il nome di Gruppi di Volontariato Vincenziano (GVV) – AIC Italia, e le “dame” ora sono chiamate “volontarie”.

La “Compagnia delle Dame della Carità di San Vincenzo de’ Paoli” nasce a Milano nel 1857. Le prime attività per offrire risposte efficaci ai bisogni emergenti sono l’assistenza domiciliare e la distribuzione quotidiana di minestre.

Nel corso degli anni le “dame” hanno mantenuto intatto lo spirito vincenziano di servizio e promozione dei poveri, adattandosi allo stesso tempo ai cambiamenti culturali e sociali. Per questo si aggiornano nella formazione e nello stile d’intervento, creando centri d’ascolto, servizi mirati e “Centri Vincenziani di Servizio Sociale”.

Finalità
Lottare contro le povertà morali e materiali e le cause che le determinano
Favorire la promozione umana e cristiana delle persone adattando le modalità ai cambiamenti

Gruppi di Volontariato Vincenziano

Caratteristiche

Sito internet:

Telefono:

Codice Fiscale:

80103490159