La salute dell’aria comincia da te: partecipa alla raccolta dei campioni di biossido di azoto!

Cittadini per l’Aria, è una Onlus a cui aderiscono cittadini che hanno scelto di impegnarsi per difendere il diritto di respirare aria pulita.
Con sede a Milano, l’Associazione si adopera quotidianamente per condividere dati e informazioni, promuovere comportamenti virtuosi,
proporre strategie e soluzioni efficaci, sollecitare amministrazioni pubbliche e imprese con l’obiettivo di contribuire a migliorare la
qualità dell’aria a livello locale, nazionale ed europeo. Promuove l’attuazione dei principi di trasparenza, accesso e partecipazione in
materia ambientale, garantiti dalla Convenzione di Aarhus e sostiene in sede legale le buone politiche per l’aria. Organizza inoltre
campagne e attività di scienza partecipata nelle città, per raccogliere dati e cercare soluzioni. La qualità dell’aria non è un bene
negoziabile, perché riguarda la nostra stessa vita. Il danno che oggi deriva nel nostro Paese alla popolazione, all’ambiente, al
patrimonio culturale, dall’inquinamento dell’aria è, di fatto, incalcolabile.

La salute dell’aria comincia da te
I cittadini, le famiglie, una scolaresca, un’intera azienda… tutti, aderendo al progetto, possono dare il loro
contributo per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo (basta registrarsi al sito www.cittadiniperlaria.org). I
partecipanti potranno ritirare, a fine gennaio, un kit di misurazione che dovrà essere collocato all’aperto ad una
altezza di circa 2 metri e mezzo, seguendo delle semplici istruzioni. La qualità dell’aria può variare in modo
significativo su brevi distanze, anche a seconda dell’intensità dei flussi di traffico. Proprio per descrivere la
variabilità dell’esposizione all’inquinamento in un’area urbana, Cittadini per l’Aria invita tutti a partecipare.
L’obiettivo per il 2020? Ottenere una mappatura dettagliata delle aree urbane coinvolte: per questo è
fondamentale posizionare molti kit di misurazione ed essenziale la partecipazione massiccia di cittadini, scuole,
aziende….
Nel periodo di esposizione, previsto per quattro settimane durante il mese di febbraio 2020, il campionatore
passivo raccoglierà per assorbimento il biossido di azoto (NO2) nell’aria nel punto prescelto. I campionatori
saranno poi analizzati in laboratorio per ottenere i dati delle concentrazioni di NO2 misurate in ciascun punto
di monitoraggio.
I dati elaborati dai ricercatori del Comitato Scientifico del progetto creeranno un database unico di
informazioni preziose che gli epidemiologi utilizzeranno per determinare l’impatto sanitario dell’NO2 nelle tre
città e che verrà messo a disposizione delle amministrazioni. I dati consentiranno di migliorare le capacità
predittive delle concentrazioni e dell’esposizione nelle città e forniranno una descrizione precisa delle aree
critiche facilitando la restituzione di informazioni utili alla pianificazione e raccomandazioni ai decisori politici.
Durante il corso dell’anno i partecipanti al progetto potranno diventare agenti del cambiamento prendendo
parte a incontri, laboratori, azioni di attivismo civico per contribuire all’adozione di nuove misure per la
riduzione degli inquinanti dell’aria, all’insegna del motto La salute dell’aria comincia da te.

per tutte le info e per partecipare cliccare qui!

MilanoAltruista
StefanoAI
StefanoAI
StefanoAI
Software Design & Development